Prosegue l’attività dello sportello Adiconsum dedicato al caro bollette, anche nelle sedi Cisl della provincia di Palermo. In particolare, per le famiglie, i pensionati, i lavoratori, i consumatori del territorio, per ottenere l’analisi delle fatture ed escludere eventuali addebiti non dovuti, frutto di errori, o, qualora la bolletta non fosse contestabile ma effetto del caro energia, avviare la richiesta di rateizzazione, sono tanti gli appuntamenti a partire da domani. Nel dettaglio:
domani 28 ottobre dalle 16 alle 18 presso la sede della Cisl di Monreale di via Pietro Novelli, 63 (per informazioni: 0916406540 oppure scrivere una mail all’indirizzo [email protected]);
il 3 novembre presso la sede Cisl di Termini Imerese in via Giuseppe Spuches 13 dalle ore 9,30 alle 13 (un servizio dedicato anche ai consumatori dei comuni vicini come Cerda, Lascari, Trabia, Sciara, Caccamo Campofelice di Roccella, Gratteri, Montemaggiore Belsito e Collesano). Per informazioni chiamare lo 0918145400 oppure scrivere alla mail del servizio [email protected]
8 novembre a Cefalù dalle 10 alle 13 (via Monsignor Castelli, 14 telefono 0921424523 mail [email protected]);
Infine il 10 a Lercara Friddi dalle 9,30 alle 13 (via Pucci 13, telefono 0918251860, mail [email protected]).
“Tutti coloro che ritengono di aver ricevuto una bolletta ‘pazza’ di luce e gas e quindi hanno il dubbio che si tratti di calcoli errati, o anche nei casi in cui la somma eccessiva è effetto del caro energia, possono rivolgersi a noi per chiedere assistenza” spiega il responsible Adiconsum Palermo Trapani, Antonio Rocco che aggiunge “ad ogni appuntamento sono tantissime le persone che si rivolgono a noi, a volte si tratta di errori, consumi prescritti o modifiche unilaterali di contratto in violazione del decreto aiuti bis. Per affrontare tutto questo ci sono i nostri consulenti legali” . “Il momento è emergenziale dal punto di vista economico e sociale – commenta il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana -. Riteniamo dunque che il ruolo di Adiconsum, come quello del sindacato. sia proprio di quello sostenere con tutte le azioni possibili le famiglie che affrontano disagi enormi per arrivare a fine mese e per farlo deve essere presente sul territorio, come in questo caso lo sarà nel territorio della provincia di Palermo, dove sono tante le famiglie e le attività commerciali in difficoltà per i costi intollerabili legati al caro vita”.