Anche a Cefalù sono partite le iniziative di solidarietà per aiutare la popolazione ucraina afflitta dalla guerra.
L’amministrazione comunale, di concerto con le realtà associative che fanno capo alla rappresentanza diplomatica ucraina in Italia, ha organizzato un centro di raccolta di beni di prima necessità preso il “Visitor center” di corso Ruggiero, n. 79.
COSA SERVE
I cittadini che volessero partecipare con il loro aiuto potranno portare i seguenti beni:
Bende di garza, pacchetti di medicazione individuale, lacci emostatici, sistemi di infusione endovenosa, guanti in lattice, disinfettanti, coperte, sacchi a pelo, detergenti, asciugamani, alcol, cerotti, batterie, torce, candele e poi ancora latte in polvere con e senza lattosio per i bambini, omogeneizzati, pannolini, indumenti, scarpe, salviette umidificate.
QUANDO ANDARE
I beni presenti nell’elenco possono essere consegnati dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 14 e dalle ore 15 alle ore 20.
PER AIUTARE DONNE E BAMBINI
Oltre alla raccolta dei beni di prima necessità, l’amministrazione comunale ha scelto di attivare un indirizzo mail per verificare la disponibilità delle famiglie eventualmente disposte ad ospitare in casa mamme con bambini, nel caso in cui si presentasse questa esigenza nel prossimo futuro.
L’indirizzo, al momento a solo scopo informativo e conoscitivo è: [email protected]