Un grande progetto musicale che corre leggero lungo la costa, si insinua tra i vicoli, sale sulla rocca e si affaccia sulle Madonie, si alza all’alba e si veste di tramonto, ritorna sul mare e si mette sotto la protezione del nobile castello. Quest’anno il Castelbuono Jazz Festival diretto da Angelo Butera cuce la sua ventiquattresima edizione su quattro diversi borghi, Campofelice di Roccella – dove si apre domani (12 agosto) con tre serate del Premio Joe Amoruso – poi corre a Pollina per cinque straordinarie e inedite “albe” musicali, segna in agenda un concerto al tramonto al Museo Mandralisca di Cefalù per Ferragosto, e avvia il festival, ormai storico, a Castelbuono dal 16 agosto. Una collaborazione già rodata tra alcuni dei comuni che si consolida quest’anno e aggiunge nuovi siti. “Un progetto consolidato che si allarga ad altri comuni, a raggiera attorno al festival principale che è tra i più longevi d’Italia: e ospita progetti del tutto nuovi come quello di Eugenio Bennato e Mario Incudine sui briganti del Sud Italia, riabbraccia Danilo Rea o accoglie il ritorno di Ray Gelato” dice Angelo Butera – è un momento difficile per lo spettacolo, vedere la gente accorrere ai concerti non è più così scontato come prima. Ma la musica è uno dei mezzi di rinascita, soprattutto se affidata ai nostri artisti siciliani, i migliori del mondo”.
Il Castelbuono Jazz Festival è promosso dagli assessorati al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Siciliana, dall’Assemblea Regionale Siciliana, dai Comuni di Castelbuono, Pollina e Campofelice di Roccella, dal Museo Mandralisca di Cefalù, ENIT e l’Ente Parco delle Madonie.
I TAPPA _ CAMPOFELICE DI ROCCELLA | 12.13 e 15 agosto
Il festival si apre con l’omaggio a Joe Amoruso, il pianista, tastierista, compositore, colonna dello storico supergruppo di Pino Daniele, scomparso un anno fa a soli 60 anni, portato via dal Covid. All’arena Re di Campofelice di Roccella si inizia domani (12 agosto) alle 21,30 con un virtuoso della fisarmonica come Roberto Gervasi che ha costruito un suo particolare omaggio a Astor Piazzolla nel centenario dalla nascita. My Jazzy Accordion è un concerto leggero, saporoso, che schiaccia l’occhio ai grandi maestri come Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Bud Powell, il mentore fisarmonicista Frank Marocco e poi si tuffa a capofitto dentro i tanghi di Piazzolla, ma non solo. Al fianco del fisarmonicista, ci saranno Davide Inguaggiato al contrabbasso e Fabrizio Giambanco alla batteria. Venerdì 13 agosto arrivano invece i “Canti Briganti” di Eugenio Bennato e Mario Incudine: i due cantautori si trovano compagni alla fine del Regno delle due Sicilie, quando le scorribande di briganti infestavano il Sud. Ma si trattava veramente di malfattori o di battaglie per la libertà da possidenti e latifondisti? Un concerto appassionante e coinvolgente dove le sonorità mediterranee si fonderanno con le parole dei due artisti. L’ultima serata del Joe Amoruso Festival a Campofelice di Roccella sarà a Ferragosto con Antonio Onorato, l’unico musicista al mondo a utilizzare la breath guitar o chitarra a fiato, uno strumento rivoluzionario e futuristico. Eclettico, sperimentatore e compositore fertile, il chitarrista possiede già un’ampia discografia di 26 album, da cui attinge per questo suo concerto in quartetto. Ingresso gratuito e con green pass. [email protected]
II TAPPA _ POLLINA | 13, 14 e 15 agosto – 21 e 22 agosto
Concerti alle prime luci affacciati sulle Madonie: al Teatro Pietrarosa di Pollina attendere l’alba sarà un’esperienza indimenticabile, soprattutto se su note jazz. Il 13, 14 e 15 sempre alle 6,30, prenderanno vita l’ Urban J Quintet, e gli ensemble di Giuseppe Milici e Giovanni Mattaliano. Il 21 e il 22 agosto, al Giardino del Sole, toccherà invece agli ensemble di Manfredi Tumminello e Ninni Saladino. Il tema degli incontri all’alba è sempre La musica del ‘900. Ingresso gratuito e con green pass. [email protected] Subito dopo il concerto sarà offerta la colazione.
III TAPPA _ CEFALU’ | 15 agosto
A Ferragosto si replica l’appuntamento dello scorso anno e si torna sul palco al tramonto, sulle terrazze del Museo Mandralisca di Cefalù: domenica 15 agosto alle 19 Hollywood & Cinecittà – La musica ed il cinema, un viaggio musicale in chiave jazz nelle colonne sonore di film cult del ‘900 raccontate da Fabio Console. Protagonisti Giuliana Di Liberto e Antonio Zarcone. Ingresso gratuito con green pass, [email protected]
IV TAPPA _ CASTELBUONO | 16 > 22 agosto
Ed eccoci a Castelbuono, sede storica del festival, dove c’è grande attesa per una settimana densa di concerti serali, legati dalla conduzione di Mario Caminita. Da lunedì 16 al 22 agosto, sotto il castello dei Ventimiglia, un cartellone fitto di appuntamenti. Tra gli altri, un omaggio particolare di Enzo De Caro a Chet Baker sulle note di Antonio Onorato; la “Nick la Rocca superband”, “nonetto”diretto da Claudio Giambruno con special guest il sassofonista Rosario Giuliani; il Giuliana Di Liberto quintet con special guest Giuseppe Milici; il 19 agosto sarà la serata di Danilo Rea, e il 20 il grande ritorno di Ray Gelato & The Giants, e la consegna del Premio “Paladino di Sicilia” all’imprenditore catanese Giuseppe Condorelli; si chiude con il Sade Mangiaracina trio e un omaggio a Nelson Mandela e il concerto degli allievi della masterclass di II livello tenuta da Tantillo, Di Liberto e Giambruno e la consegna del Premio Marco Tamburini 2021. Ingresso: 5 euro con green pass. [email protected]