Il precedente post del Comitato per Le Fontanelle ha colto nel segno, determinando un repentino quanto significativo incremento del focus operativo sull’argomento.Infatti, dopo settimane di tentativi di incontro andati a vuoto, il 2 novembre scorso i Morti (riferendoci alla tradizione palermitana) ci hanno regalato una convocazione del Comitato per Le Fontanelle in Comune dove, in trepidante attesa, si è fatto trovare il Sindaco, corroborato dalla giunta al gran completo.

Grazie a questo regalo, sappiamo che anche i nostri Morti (nel senso della Vecchia del 31 dicembre), almeno sul piano dei simboli, vogliono un teatro per i castelbuonesi mentre, sul più pragmatico piano dei fatti, sappiamo alcune cose che, se rispettate, pur lasciando piena facoltà di valutazione al lettore, riaccenderebbero la speranza di poterci sedere a teatro, mentre i soliti dodici detrattori dell’amministrazione chioserebbero: E nuatri nni quasammi ppî prossimi elezioni.

Il Sindaco, infatti,ha comunicato che:

  1. La nuova bozza di progetto, già predisposta dai progettisti, sembra recepire buona parte dei requisiti concordati. Restano invero alcune osservazioni, che il Comitato ha restituito alla giunta in forma orale e al sindaco in forma scritta, da entrambi condivise. Gli interessati lettori possono richiederle in mail al Comitato per Le Fontanelle (comitatolefontanelle@gmail.com )
  2. Il crono-programma delle attività che porta a rispettare la data del 31/12/2019 è il seguente:
    1. Entro il 15/11: completamento indagini geo-topologiche chieste dai progettisti. Al riguardo mancava, alla data della riunione, solo l’indagine geologica per la quale l’amministrazione ha già diffidato la ditta incaricata. La Ditta Geolab in data 7/11/2019 ha effettuato le indagini geognostiche.
    1. Il Sindaco garantisce che progettisti consegneranno il progetto definitivo entro il 30/11/2019. E’ implicito che il Comitato per Le Fontanelle vigilerà più che attentamente perché le osservazioni affidate all’amministrazione siano recepite, essendo state condivise a giugno scorso in una riunione congiunta con il Sindaco e i tecnici dello Studio Monaco.
    1. Per velocizzare l’iter di approvazione del progetto, il sindaco chiederà la convocazione di una conferenza di servizi, entro 10 giorni dalla data di disponibilità del progetto. Come data conservativa di convocazione della conferenza di servizi si può quindi assumere il 15 dicembre.
  3. Il finanziamento sarà destinato interamente alle spese strutturali. Per dotare il teatro di tutti gli arredi necessari l’amministrazione si è impegnata ad accendere, CONTESTUALMENTE, un mutuo. A tal proposito, il Comitato ha specificato a chiare lettere all’amministrazione, ricevendo ampie assicurazioni al riguardo, che gli arredi teatrali sono parte inscindibile e contestuale dell’opera, ragione per la quale non esistono soluzioni che le rimandino di un solo giorno rispetto alla struttura del teatro. Per rendere il messaggio ancora più inequivocabile: il Comitato per Le Fontanelle non permetterà che al momento dell’inaugurazione il teatro non abbia il suo palco, le sue poltrone e quanto altro necessario alle rappresentazioni, onde evitare che possa balenare il dubbio che sia stato allestito non un teatro ma una sala trattenimenti.

In ultimo, ma non per minore importanza, il Comitato, visto che mancano 50 giorni alla scadenza e non è più tempo di perdere tempo, si assume l’onere di rendicontare settimanalmente ai cittadini lo stato di avanzamento del progetto di recupero delle Fontanelle con toni, termini e pacatezze che dipenderanno da quanto fedelmente sarà applicato tutto ciò che è stato concordato e condiviso con i progettisti e con l’amministrazione.

In ultimo, ma non per minore importanza, il Comitato, visto che mancano 50 giorni alla scadenza e non è più tempo di perdere tempo, si assume l’onere di rendicontare settimanalmente ai cittadini sullo stato di avanzamento del progetto di recupero delle Fontanelle con toni, termini e pacatezze che dipenderanno da quanto fedelmente sarà applicato tutto ciò che è stato concordato e condiviso con i progettisti e con l’amministrazione.
Visto che mai come stavolta si è andati vicino alla realizzazione del recupero delle Fontanelle, crediamo che non convenga a nessuno fare passi falsi. Così, invitiamo tutti, amministrazione, progettisti, enti preposti, comitato e soprattutto i castelbuonesi ad adottare il vecchio detto sportivo, adattato per i tempi strettissimi che ha il progetto: palla corta e pedalare. E vigilare. E… Uocchi ô lumi

Il Comitato Le Fontanelle